La Terza Missione rappresenta un ambito privilegiato di azione per il settore archeologico dell’Università di Chieti che è attivo sul territorio regionale, nazionale e internazionale, con molteplici azioni e iniziative di supporto alla ricerca scientifica, di divulgazione e diffusione della cultura e di trasferimento delle conoscenze. Queste prevedono una diretta interazione e una fattiva collaborazione con gli attori istituzionali e non, attraverso accordi di collaborazione, protocolli d’intesa e convenzioni con enti, istituzioni, associazioni anche professionali e settori produttivi.

Le attività di Terza Missione trovano ampio spazio nell’ambito dei nostri Centri e Laboratori:

Evento Tabula Peutingeriana – Febbraio 2020

– il CAAM (Centro di Ateneo di Archeometria e Microanalisi), che mette a disposizione attrezzature e competenze professionali, anche a utenti esterni, nell’ambito della diagnostica, dell’archeomatica e dell’archeometria, finalizzate al monitoraggio dei rischi antropici e naturali, alla salvaguardia e allo studio territoriale e materiale di siti e beni archeologici, attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative e metodologie tecnico-scientifiche;

– il LABDAM (Centro studi per la documentazione e l’archeometria del mosaico), nell’ambito del quale, oltre alle ricerche strettamente scientifiche, sono state avviate iniziative legate alla progettazione di percorsi turistico-culturali e di valorizzazione del patrimonio archeologico abruzzese;

–  il Laboratorio di Fotografia e trattamento digitale delle immagini, che fornisce un fondamentale supporto alla progettazione grafica delle attività di divulgazione promosse dall’area archeologica; 

– il Laboratorio di Archeologia, nel quale oltre alle attività più strettamente legate alla ricerca, come inventariazione, restauro, disegno e studio dei reperti etc., si svolgono le iniziative di Alternanza scuola-lavoro, finalizzate ad offrire agli studenti un panorama delle professioni nell’ambito dei Beni Culturali Archeologici. Negli ultimi anni le attività di Alternanza scuola-lavoro hanno visto la partecipazione di una ventina di classi, quasi 300 studenti provenienti da 7 istituti delle province di Pescara e Chieti.

Le attività di public engagement spaziano dagli interventi in trasmissioni televisive, radiofoniche o interviste sulla carta stampata alla partecipazione e organizzazione di iniziative sul territorio, come l’evento “Antichi Vestini… Sulle orme del Guerriero”, in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Capestrano, con attività di rievocazioni storiche e divulgazione, laboratori didattici per adulti e bambini, coordinate dalla Prof.ssa O. Menozzi.

Nell’ottica del supporto alla valorizzazione anche turistica del territorio si segnala la partecipazione al progetto “Millenaria” 2020, rete territoriale costituita da imprenditori e Comuni, con il Distretto Turistico del Gran Sasso, la DMC “Gran Sasso L’Aquila e Terre Vestine” e il Consorzio Turistico Regionale AbruzzoTravelling.

Link:

https://it-it.facebook.com/archeologiauda.universitachieti

https://www.disputer.unich.it/node/8276

https://www.disputer.unich.it/node/6890

https://www.disputer.unich.it/node/6901

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.